Blog

27 Jan 2013
Video - La Giornata della Memoria
08:39 Anna Di Domenico

Processo di Norimberga è il nome usato per indicare due distinti gruppi di processi ai nazisti coinvolti nella seconda guerra mondiale e nella Shoah. I processi si tennero nella città tedesca di Norimberga (Nürnberg) dal 20 novembre 1945 al 1º ottobre 1946 nel Palazzo di Giustizia di Norimberga (la città era, insieme a Berlino e Monaco, una delle città simbolo del regime nazista).

Il primo e più famoso di questi processi fu il Processo dei principali criminali di guerra davanti al Tribunale militare internazionale (IMT), che giudicò ventiquattro dei più importanti capi nazisti catturati . Il secondo gruppo di processi fu per criminali di guerra inferiori e comprese anche il famoso Processo ai dottori. La distruzione di circa i due terzi degli ebrei d'Europa venne organizzata e portata a termine dalla Germania nazista mediante un complesso apparato amministrativo, economico e militare che culminò con lo sterminio fisico per mezzo di eccidi di massa e soprattutto totale annientamento in strutture appositamente predisposte (campi di sterminio). La parola "Olocausto" deriva dal greco (olokaustos, "bruciato interamente"), a sua volta composta da olos, "tutto intero" e kaio, "brucio" ed era inizialmente utilizzata ad indicare la più retta forma di sacrificio prevista dal giudaismo. L'uso del termine Olocausto viene anche esteso a tutte le persone, gruppi etnici e religiosi ritenuti "indesiderabili" dalla dottrina nazista, ritenute "inferiori", e includere quindi prigionieri di guerra sovietici, oppositori politici, nazioni e gruppi etnici quali Rom, Sinti gruppi religiosi come testimoni di Geova e pentecostali, omosessuali, malati di mente e portatori di handicap.

 


[[Condividi]]